Intervista ad Arta Arnicane

Ticino Musica dà spazio a giovani musicisti premiati in Concorsi di importanza internazionale quali A.R.D. di Monaco e Primavera di Praga.  Premiata nell’edizione 2011 di quest’ultimo concorso, Arta Arnicane ha aperto la serie dei recital solistici di Ticino Musica nell’Aula Magna del Conservatorio. Allieva di Homero Francesch, Arta Arnicane è nel pieno di una brillante carriera.Prima del suo concerto abbiamo fatto una piccola e interessante chiacchierata.

E’ la prima volta che tieni un concerto per Ticino Musica, un festival un po’ “unico” nel suo genere, con moltissimi musicisti tra allievi e maestri, tra i quali quest’anno anche il tuo maestro, Homero Francesch. Quali sono i tuoi sentimenti all’idea di suonare in un contesto così speciale?

Ho atteso questo recital per due anni – fin dal Concorso Primavera di Praga del maggio 2011. L’atmosfera delle masterclass mi ha sempre entusiasmato: c’è così tanta musica nell’aria, così tanta gente che desidera suonare, imparare, scoprire! E il fatto che questi musicisti non siano giudicati o posti a confronto – diversamente da quanto avviene durante un esame o un concorso – rende l’esperienza puramente musicale e molto piacevole.E’ meraviglioso per me sapere che il Maestro Francesch è qui, provo sempre un sentimento speciale quando mi ascolta, che si tratti di una lezione o di un concerto.

Il tuo maestro è famoso per essere non solo un grande pianista, ma anche uno straordinario pedagogo. Qual è stato, per te, il suo più grande insegnamento? E cosa pensi a proposito del ruolo di un insegnante nella vita di uno studente?

Penso che uno dei suoi più importanti insegnamenti sia questo: quando hai una performance devi sempre dare il massimo, senza discrimini in relazione al luogo in cui stai suonando e alla gente che ti sta ascoltando.  Considero le mie lezioni importanti tanto quanto i concerti, se non di più! Credo che sia il modo giusto per imparare e prepararmi alla vita reale. Secondo me, il Maestro deve essere di musica e di vita, una speciale combinazione che rende lo studente più forte rispetto a chi si concentra soltanto sullo studio, “all’infinito” e in maniera fine a se stessa, trovandosi inevitabilmente confuso alla fine degli studi.

Per la tua età hai già una carriera notevole. Quali sono i tuoi consigli per i giovani che vogliono fare della musica la propria professione e la propria vita?

Riguardo alla carriera…apprezzerei ricevere dei consigli piuttosto che darne! La questione non sta soltanto nella qualità del proprio essere musicista e della propria professionalità: bisogna anche essere un buon manager, un intelligente pianificatore, un comunicatore piacevole e uno psicologo. E’ necessario essere pronti alle critiche e ad ascoltare continue lamentele su quello che fai. Le vitamine per la carriera sono passione, pazienza e abitudine a pensare positivo….E a questo punto davvero vorrei avere un agente! Mi piace molto fare anche questo lavoro ed è incredibile quanto, attraverso questo, si possa imparare lungo il proprio percorso. Penso di conoscere la rete aerea d’Europa meglio di un agente di viaggi! Ma sono una musicista e vorrei semplicemente Suonare, più che pianificare….

Progetti e concerti dopo Ticino Musica?

Nel momento in cui il concerto è stato inserito nella mia agenda, non mi sarei mai aspettata che questa settimana sarebbe diventata poi così piena di impegni! Ieri sono tornata da Londra dopo aver per la prima volta eseguito a Plymouth il Concerto per pianoforte e orchestra K 456 di W. A. Mozart, oggi sono a Lugano e giovedì avrò un importante concerto di musica da camera per i Sommerabendkonzerte di Aarau con Jana Ozolina (violino) e Gunta Abele (violoncello), con le quali formiamo il Latvian Piano Trio (Piano Trio Lettone). Domenica sarò impegnata in piacevolissimo recital con Florian Rohn (violoncello) a Zurigo! Per agosto sto pianificando un’impegnativa sessione di registrazione video (quasi una sfida!), che sarà seguita da una tournée a Gdansk, Riga, Bruxelles, Riga, Londra e Sidney.

Per maggiori informazioni www.artaarnicane.com

Questo articolo è stato pubblicato sotto News. Aggiungi ai segnalibri.

Ticino Musica 2017 © Casella Postale 722, CH-6903 Lugano, Switzerland | Tel. +41 91 9800972 | Fax +41 91 980 0971 | ticinomusica@bluewin.ch